Blog : Google

Mappe antiche del Mondo: Il Google Maps dell’Ottocento

Mappe antiche del Mondo: Il Google Maps dell’Ottocento

Nel 2014 nasceva un ambizioso quando magnifico progetto costituito da alcune istituzioni Scientifiche Croate, Austriache e Ungherese: Mapire. Questo il nome dello strumento che consente di visualizzare il mondo come se si fosse nell’Ottocento con la possibilità di ammirare le mappe antiche delle città durante l’impero Asburgico.

Mapire è un progetto estremamente innovativo che unisce la tecnologia alle conoscenze storiche e consente, grazie a strumenti quali Google Maps, OpenStreetMap e Google Earth di catapultarsi nel mondo dell’Ottocento.

Mapire: Google Maps Vintage

Mapire si è rivelato uno strumento di enorme utilità grazie anche al motore di ricerca interno con cui è possibile ritrovare mappe e cartine storiche di città o paesi antiche. E’ possibile inoltre sovrapporre le antiche mappe con quelle attuali scorgendone gli avanzamenti e le evoluzioni di popolazioni e centri abitati.

Mappe catastali dell’Impero asburgico

L’attuale versione di Mapire contiene le mappe ricavate all’interno di un’indagine militare avvenuta in due fasi: dal 1764 al 1784 e dal 1806 al 1869 arrivando a coprire tutto quello che un tempo rappresentava l’impero Asburgico.

Site Kit Google: il plugin WordPress Definitivo

Site Kit Google: il plugin WordPress Definitivo

Ormai il 30% dei siti web (nel 2018) utilizza WordPress come CMS. Su questo sono svariati i plugin che si interfacciano agli strumenti google. Big G si è forse accorto del grande mercato che si cela dietro WordPress ed ha annunciato il rilascio di un plugin Ufficiale chiamato Site Kit Google

Il plugin WordPress consente agli utenti del CMS di accedere alle informazioni rilasciate dagli strumenti di Search Console, Adsense, PageSpeed Insight e Analytics tutte in un unico pannello di amministrazione posizionato nella bacheca di WordPress. 

Site Kit Google Download

Il Download id Google Site Kit sarà disponibile a inizio 2019 solo per chi vorrà testare il prodotto nella sua release beta. A tal fine è sufficiente  registrarsi qui per effettuare il download della versione pre-definitiva o rimanere aggiornati per il suo lancio 

Quando Google Analytics non funziona in prestashop

Quando Google Analytics non funziona in prestashop

Per ottenere un buon monitoraggio dei risultati sulla nota piattaforma prestashop è fondamentale utilizzare il servizio di Google Analytics. Come è noto, dopo aver creato un profilo utente è necessario incorporare un codice Javascript inserendolo all’interno del sito realizzato in Prestashop.

Per rendere la vita semplice, esiste un modulo installabile da back end trovabile inserendo “Google Analytics” o “Ganalytics” dove come parametro di configurazione è necessario inserire solo l’id fornito da Google a esempio:  UA-0000000-3

Purtroppo però spesso questa procedura non si dimostra funzionante soprattutto con le ultime versioni di prestashop o dei temi.

E’ necessario quindi editare a mano il file header.tpl ed inserire il codice javascript.

Anche questa soluzione può rivelarsi non sufficiente in  quanto il framework Smarty con il quale sono realizzati molti temi non riesce ad interpretare alcuni caratteri contenuti nel codice. Per ottemperare a questa situazione è necessario iniettare il codice all’interno degli snippet {literal} e {/literal} diventando quindi

 

{literal}
<script>
 (function(i,s,o,g,r,a,m){i['GoogleAnalyticsObject']=r;i[r]=i[r]||function(){
 (i[r].q=i[r].q||[]).push(arguments)},i[r].l=1*new Date();a=s.createElement(o),
 m=s.getElementsByTagName(o)[0];a.async=1;a.src=g;m.parentNode.insertBefore(a,m)
 })(window,document,'script','//www.google-analytics.com/analytics.js','ga');
ga('create', 'UA-0000000-3', 'auto');
 ga('send', 'pageview');
</script>
{/literal}