Quanti di Voi se ne stanno plasmati sul divano ad usare il computer utilizzando una tastiera e/o mouse senza fili? Comodo vero? Brutte notizie purtroppo per molti di Voi.

Da una ricerca effettuata dai ricercatori di Bastille sono emerse numerose vulnerabilità nel sistema di comunicazione tra la tastiere e/o mouse ed il pc. Il principio logico di attacco è vecchio come il cucco. E’ il “man in the middle attack” ovvero quando l’intrusore si pone in mezzo tra l’utente e la macchina carpendone le informazioni inviate o ricevute. In questo caso la tecnica è stata ribattezzata Keysniffer ed ha funzionato su 8/12 di aziende testate.

Questa tipologia di attacco risulta possibile in quanto molte delle case costruttrici trasmettono la sequenza di caratteri premuti direttamente al pc senza utilizzare alcun algoritmo di cifratura. Detto questo il gioco è fatto. Basta infatti un semplice transponder come questo (costo di circa 70 €) per captare ad una distanza massima di 80 metri c.a tutti i tasti premuti da una tastiera senza fili.

T

Cosa vuol dire questo?

Vuol dire che possono essere captati tutte le password che digitate su una tastiera, piuttosto che un’intera chat o documenti sensibili.

 

Come difendersi

La vulnerabilità riscontrata è attuabile alle tastiere che non fanno utilizzo della tecnologia Bluetooth (attualmente lo standard più sicuro nel settore) ma di surrogati molto più economici. Conviene pertanto utilizzare apparati che utilizzano questa tecnologia o al massimo alzarsi dalla poltrona e utilizzare i cari vecchi dispositivi via cavo 🙂

Hai bisogno di una consulenza o assistenza?
Apri un ticket di richiesta, ti risponderò in brevissimo tempo! Chiedere non costa nulla 😉

Lascia un commento